Villaggio del Sole

Il progetto del Villaggio del Sole, trae spunto dalla lettura del tessuto urbano esistente con una particolare attenzione ai principi della “pianificazione sostenibile”, che comprende attenzioni alle reti ecologiche , agli effetti sul microclima locale oltre che la vivibilità degli spazi pubblici in sicurezza.
Il riferimento progettuale è quello della “città giardino”.

[gdl_gallery title=”VDS3″ width=”140″ height=”140″ ]

Per quanto riguarda la lettura del tessuto urbano, abbiamo pensato ad un disegno che potesse essere in grado di assicurare la continuità con l’ambiente costruito e che diventasse occasione per collegare, attraverso una rete di spazi a verde pubblico, il centro della città alla campagna.

Per quanto attiene la viabilità, abbiamo scelto di non aggravare i problemi di traffico delle strade limitrofe (via Gramsci, via Crispi , via Mazzini e via Dante) , facendo confluire tutto il traffico nella bretella di collegamento alla nuova strada provinciale. Il progetto prevede un’ampia dotazione di parcheggi pubblici, superiore agli standards previsti dalla vigente normativa.
E’ prevista una netta separazione dei percorsi pedonali e ciclabili da quelli veicolari.
La rete ciclopedonale di progetto sarà in grado di raggiungere la maggior parte degli edifici, e si collegherà a quella urbana. Gli attraversamenti stradali saranno dotati di sistemi per la limitazione della velocità del traffico e segnalati da pavimentazione in rilievo.

Il progetto prevede la realizzazione di una capillare rete di piste ciclopedonali e di percorsi pedonali.

[gdl_gallery title=”VDS1″ width=”140″ height=”140″ ]

Dal punto di vista ambientale, abbiamo pensato di usare il principio di rete ecologica, per assicurare il mantenimento delle connessioni fra gli habitat naturali del mosaico ambientale, in risposta ai problemi di frammentazione degli habitat e di impoverimento di biodiversità, secondo il modello di “Urban forestry”. Riteniamo pertanto che la realizzazione della rete ecologica, sia da preferire ad un sistema “ad isola”.
Questi aspetti verranno poi approfonditi in fase di progettazione esecutiva.

Ci siamo posti l’obiettivo di utilizzare la regolazione del microclima attraverso il verde. E’ risaputo che il disagio climatico delle città deriva , dal surriscaldamento dell’aria, dovuto all’eccessivo calore immagazzinato dalle superfici costruite ed asfaltate, alle polveri e agli inquinanti prodotti dalle attività cittadine ed alla conformazione stessa del tessuto urbano. L’elevata concentrazione di parti edificate e pavimentazioni, sommata all’alta conducibilità termica dei materiali impiegati, portano ad un assorbimento di energia solare maggiore.
La funzione termoregolatrice del verde, attraverso il rilascio di umidità nell’aria e l’ombreggiamento, influenza i parametri climatici agendo sul fenomeno denominato dai meteorologi come “isola di calore”. Questo effetto è caratterizzato da un aumento delle temperature urbane, rispetto a quelle del territorio circostante.

Riteniamo che la presenza di fasce di verde diffuso , piuttosto che un’unica area grande isolata, sia in grado di distribuire più efficacemente benefici effetti sul microclima locale.
Va inoltre ricordato che l’uso intensivo e diffuso del verde è in grado di attenuare i rumori.

Alcune ricerche hanno dimostrato che, affinché un parco abbia successo, è necessario un mix di funzioni sportive, educative, ludiche culturali ed artistiche, che diano la possibilità di utilizzarlo in diverse fasce orarie , a condizione che sia percepito come luogo sicuro.
Da questo punto di vista, riteniamo che la conformazione del presente progetto, sia più idonea a garantire il controllo sociale sull’area a parco, necessario per il pieno e libero godimento in sicurezza di questo bene prezioso, da parte della comunità.

Il nome “Villaggio del Sole” vuole sottolineare l’attenzione ai principi dell’architettura bioclimatica ed all’utilizzo delle energie rinnovabili, elementi di riferimento di questo progetto.

[gdl_gallery title=”VDS2″ width=”140″ height=”140″ ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*