• 0541253OO
  • web@lucananni.com

Archivio degli autori

Villa bifamiliare in classe A - stato delle vendite

Villa bifamiliare in classe A – Santarcangelo stato vendite

Villa bifamiliare in classe A - stato delle vendite

Le due unità immobiliari di questo edificio sono state vendute.

Il prossimo edificio in costruzione all’interno della lottizzazione è la villa trifamiliare in classe A

A seguire sarà realizzata un’altra villa bifamiliare in classe A, con caratteristiche simili a questa.

luca

Quanta energia serve alla tua energia?

Ovvero: quale è l’ERoEI dell’energia che utilizzi?

luca
Esempio di pannello isolante in fibra di legno

RISPARMIO ENERGETICO: il termocappotto

luca
Ristrutturazione con unione di due appartamenti, a prezzo fisso, particolare del battiscopa in legno e del pavimento a spina

Ristrutturazione a prezzo fisso

Ristrutturazione con unione di due appartamenti, a prezzo fisso, stabilito al momento dell’affidamento dell’incarico.

Ristrutturazione a prezzo fisso con unione di due appartamenti - pianta

L’intervento ha prodotto l’unione di due appartamenti in uno più grande, ricavando una  zona giorno composta da ampia sala da pranzo e soggiorno, cucina abitabile, studio e bagno; La  zona notte è composta dalla camera matrimoniale dotata di guardaroba e servizio, oltre alle altre  camere e bagno di zona notte.

L’intervento ha comportato il rifacimento di tutto il pavimento, massetto e sottofondo, gli impianti esistenti e diverse pareti interne.

[gdl_gallery title=”ristrutturazione-prezzo-fisso” width=”140″ height=”140″ ]

Tutti gli impianti sono stati sostituiti: la caldaia  con una a condensazione del tipo Immergas Hercules condensing ;  Sostituiti pure l’impianto di distribuzione,  di emissione  e di regolazione del calore,  l’impianto idrico e di scarico, quello elettrico, telefonico, ADSL, televisivo,  satellitare, citofonico e quello d’aspirazione (centralizzato).

L’impianto di depurazione dell’acqua è collegato ad un rubinetto a tre vie, posto in cucina, che eroga l’acqua calda, la fredda e quella depurata. E’ stato realizzato anche un collegamento che consente di inviare direttamente al locale lavanderia, nella cesta del bucato, i panni da lavare.

Il pavimento è stato finito con legno massello da 15 mm , posato a spina “alla francese”. I posatori del pavimento, per raccordate una differenza di altezza di 5 cm, hanno ben risolto una piccola rampa ed uno scalino in corrispondenza di una porta di servizio.

[gdl_gallery title=”ristrutturazione appartamento” width=”140″ height=”140″ ]

Sono stati rifatti i bagni, sostituiti i sanitari, le pavimentazioni, e le tinteggiature delle pareti interne ed esterne.

[gdl_gallery title=”ristrutturazione-cucina” width=”140″ height=”140″ ]

E’ stata realizzata una nuova cucina con piano in “corian” e piastre ad induzione.

Alcune finestre esterne sono  state trasformate in porte finestre, con un grande vantaggio per la qualità e la  luminosità degli ambienti interni. Sono stati eliminati i cassonetti delle vecchie tapparelle, sostituite da più performanti persiane blindate in classe anti-effrazione “3” . I vecchi infissi sono stati sostituiti con nuovi con migliori prestazioni termiche, acustiche e di tenuta , con trasmittanza media pari a circa 1.20 W/mqK tali da poter accedere alla detrazione fiscale del 65% in dieci anni.

[gdl_gallery title=”ristrutturazione-esterni” width=”140″ height=”140″ ]

La Ristrutturazione con unione di due appartamenti, a prezzo fisso,  indicatoci dalla Committenza  al momento dell’affidamento dell’incarico. Rispettare il budget definito ed assecondare le altre richieste della committenza, ha comportato naturalmente un lavoro di accurata analisi e preventivazione con la  valutazione di numerosi prodotti , diverse  tecnologie e relativi preventivi proposti dalle diverse ditte.

Per raggiungere questo obbiettivo, abbiamo potuto contare sulla costante disponibilità da parte della committenza per le ricerca del miglior punto di equilibrio tra le diverse esigenze e sulla collaborazione delle imprese artigiane che poi hanno eseguito l’opera:

 

Opere edili e tinteggiature: 2MC srl del Geom. Salvatore Maio

Impianto idro termo sanitario: Idromax di Massimo Cappella

Impianti elettrici: Luma System s.r.l.

Pavimento in legno: Pavinlegno s.r.l.

Senza-titolo-2

Sanitari e ceramiche: Cambielli Arredo bagno

logo-cambielli_

Infissi esterni: Infistil s.r.l.

logo-infistil_

Persiane blindate: Faenza infissi s.r.l.

logo-faenza__

Arredamento cucina e guardaroba: Cecchetti Arredamenti s.r.l.

logo cecchetti

 

Mutuo erogato da Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni

logo

 

luca

Bioarchitettura CasaClima Nature

Il termine Bioarchiettura viene usato e molto più frequentemente abusato, La Bioarchitettura CasaClima Nature  è il protocollo che permette di valutare e certificare un edificio non solo dal punto di vista dell´ efficienza energetica, ma anche rispetto agli impatti sull´ambiente (con valutazioni del tipo LCA) e sulla salute e benessere delle persone.
CasaClima Nature introduce una valutazione oggettiva degli impatti ambientali dei materiali e dei sistemi impiegati nella costruzione e dell´impatto idrico dell´edificio, espresso in termini di fabbisogno di acqua potabile e di mantenimento del ciclo idrico naturale. A garanzia del comfort e della salubrità degli utenti per gli ambienti interni sono richiesti precisi requisiti per la qualità dell´aria, per l´illuminazione naturale, per il comfort acustico e per la protezione dal gas radon.

Molte persone, ad esempio, si costruiscono una casa in legno, perché convinti che sia automaticamente “eco” o “bio” non sapendo, ad esempio, che molto spesso le pareti sono realizzate con pannelli contenenti collanti contenenti sostanze nocive, abbastanza frequentemente la formaldeide.

Per risolvere questi ed altri problemi di più complessa valutazione, legati al rilascio di sostanze e /o alla salubrità e sostenibilità del ciclo produttivo , CasaClima ha redatto il protocollo CasaClima Nature.

casaclima nature

La certificazione CasaClima Nature è una valutazione di sostenibilità degli edifici, serio, organico ed approfondito.

Tale valutazione si articola nella verifica quantitativa di:
– impatto ambientale dei materiali utilizzati per la costruzione dell’edificio
– impatto idrico
– qualità dell’aria interna
– illuminazione naturale
– comfort acustico
– protezione dal gas radon

Prerequisiti della certificazione CasaClima Nature sono:
– indice di efficienza dell’involucro ≤50kWh/m²a
– indice di efficienza complessiva ≤20kgCO2eq/m²a
casa nature
Valutazione dell’impatto ambientale dei materiali da costruzione
Indicazioni per il calcolo
L’indicatore „nature“ per la valutazione dell’impatto ambientale dei materiali da costruzione viene calcolato attenendosi alle seguenti indicazioni:
Elementi strutturali Considerare tutti gli elementi costruttivi disperdenti utilizzati nel calcolo energetico.
Nel calcolo „nature“ devono essere inserite tutte le superfici calpestabili del volume lordo riscaldato come da calcolo energetico.
Pareti e solai Nel calcolo „nature“ devono essere inclusi solo gli elementi costruttivi già inseriti nel calcolo energetico. Viene considerata l’altezza lorda del piano.
Finiture e rivestimenti A differenza del calcolo energetico, nel calcolo „nature“ devono essere inserite tutte le finiture interne ed esterne e tutti i rivestimenti oltre lo strato di
ventilazione (pareti e tetti).
Esclusioni Nel calcolo „nature“ non devono essere inseriti i seguenti elementi:
– scale di tutti i tipi esterne o interne
– strutture di fondazione (plinti, pali)
– terrazze, parapetti, sporgenze (p.e. dal tetto) balconi
– pareti e solai interni
– elementi strutturali dell’involucro non riscaldato
Materiali
La valutazione dell´impatto dei materiali da costruzione avviene attraverso il calcolo quantitativo dell´indicatore
CasaClima Nature , che considera un bilancio di impatto ambientale in cui sono valutati:
– Energia primaria non rinnovabile (PEI)
– Potenziale di acidificazione (AP)
– Potenziale di effetto serra (GWP100)
– Durabilità dei materiali (tempo di utilizzo t u )
Nel calcolo „nature“ possono essere utilizzati solo i materiali contenuti nel database “Catalogo CasaClima”.
Per materiali non presenti nel database “Catalogo CasaClima” si deve far riferimento al materiale più simile in termini di densità e proprietà intrinseche del materiale.
Materiali non ammessi
I seguenti materiali non sono ammessi in tutto l´edificio (incluso finiture interne e sistemazioni esterne):
– Non è consentito l’utilizzo di prodotti (schiume, isolamenti schiumati) contenenti sostanze (p.e. cloro-fluoro-carburi CFC, idro-bromo-fluoro-carburi HBFC, idro-cloro-fluoro-carburi HCFC,
idro-fluoro-carburi HFC) dannosi per lo strato dell’ozono. Le sostanze sono definite nei gruppi I, II, III, IV, V, VI, VII, VIII e “Nuove Sostanze”; comunicazione della Gazzetta Ufficiale delle Comunità europee C224/3 del 05.08.2000, allegato 1.
– Non è consentito l’utilizzo di prodotti che contengono esafluoruro di zolfo (SF6).
– Non è consentito l’utilizzo di legno tropicale.
Valutazione dell’impatto idrico dell’edificio
L’indice di impatto idrico definisce il grado di miglioramento dell´edificio rispetto ad un edificio standard e
restituisce un valore che tiene conto di:
– efficienza dei dispositivi idraulici installati
– grado di impermeabilizzazione delle superfici
– eventuale presenza di sistemi impiantistici di recupero e/o infiltrazione delle acque meteoriche
– sistemi per lo smaltimento in loco delle acque reflue.Il requisito minimo richiesto è un indice di impatto idrico W KW ≥ 35 %.
Qualità dell’aria interna – Requisiti
Per la verifica della qualità dell’aria all’interno degli edifici deve essere soddisfatto almeno uno dei seguenti
requisiti:
a) Presenza della ventilazione meccanica controllata
e/o
b) Utilizzo negli ambienti interni di materiali e prodotti che rispettano i limiti di emissione (VOC, formaldeide)Scuole: entrambi i requisiti devono essere soddisfatti. Gli arredi devono rispettare i limiti di emissione definiti.Nel caso non sia soddisfatto nessuno dei precedenti requisiti è richiesta una verifica della concentrazione dei composti di cui sotto, mediante misurazione finale negli ambienti interni, a carico del richiedente.
Per il rispetto dei limiti di emissione (VOC, formaldeide) devono essere verificati i valori di emissione di tutti gli elementi interni all’involucro riscaldato (travi, pannelli portanti e non portanti, pavimenti, rivestimenti, ecc.) le cui superfici di emissione si trovano all’interno dello strato a tenuta all’aria (inclusi gli elementi che costituiscono lo strato di tenuta all’aria).
Verifica dei materiali/prodotti
Per la conformità al criterio vengono verificati i seguenti materiali/prodotti:
Materiali e prodotti a base di legno incollato (si veda 4.2.1):
OSB
pannelli grezzi o rivestiti, compensati, travi, pannelli di rivestimento, pavimentiProdotti liquidi applicati sulle superfici interne (si veda 4.2.2):
vernici, pitture, impregnanti, lacche, primer, ecc.
 Materiali e prodotti a base di legno incollato
Valore massimo di emissione di formaldeide [50-00-0] HCHO:    0,05 ppm (0,062 mg/m³) Valore ai sensi di UNI EN 717-1 (Camera di prova)
Prodotti liquidi
CCN-tab-N4
I prodotti liquidi per l’applicazione alle superfici interne sono conformi se:
1. vengono rispettati i limiti di contenuto massimo di VOC (si veda tabella N4) e
2. non devono essere presenti le frasi di rischio, i metalli pesanti, la formaldeide ed i composti organici elencati nelle tabelle N5 e N6.
CCN-tab-N5
CCN-tab-N6

Requisiti per l’illuminazione naturale
5.1 Edifici residenziali
Nell’ambiente principale dell’unità abitativa deve essere garantito un valore limite di fattore di luce diurna medio FLDm ≥ 2%.
La verifica di tale requisito viene fatta mediante misurazioni in loco ad edificio concluso.

Comfort acustico
Per l’ottenimento della certificazione CasaClima Nature devono essere verificate le prestazioni acustiche dell’edificio attraverso misurazioni fonometriche in opera.
Protezione dal gas radon
Nel caso in cui l’edificio si trovi in una zona a rischio radon devono essere adottati opportuni provvedimenti di protezione già in fase costruttiva o in fase di risanamento.
Le informazioni sulle zone a rischio radon possono essere richieste alle agenzie regionali o provinciali per l´ambiente ARPA o APPA.
Per approfondimenti potete contattarci o visitare il sito di CasaClima Nature Direttiva Tecnica Gennaio 2013
luca

Prodotti e materiali

In questa sezione del sito, verranno descritti alcuni prodotti  e / o materiali  da costruzione, che, per diverse ragioni, riteniamo interessanti.

 

Per semplicità di consultazione, gli articoli sono divisi per categorie:

 

Materiali e siatemi per Pareti esterne dell’involucro edilizio;

Materiali e sistemi per Tetti e coperture;

Finestre, chiusure verticali trasparenti e relativi complementi, quali tapparelle, cassonetti, persiane, banchine ecc. ;

Isolamenti termici e acustici;

Sistemi di produzione del calore;

Fonti rinnovabili;

Finiture: http://www.slate-lab.com/

 

Anche questo un nuovo isolante termico completamente biocompatibile ottenuto attraverso la combinazione di vari materiali, tra i quali la nanocellulosa, che non è ancora un prodotto in commercio

La Paratia anti allagamento è una necessità a Venezia, ma inizia a diventare utile anche in altre città, questa mi sembra in grado di mettere in pressione le guarnizioni laterali per non far passare l’acqua.

paratie-acqua-alta_

 

 

M_triso-laine-max-actis-500

isolante sottile termoriflettente costituito da pellicole riflettenti metallizzate

 

M_aerogel

pannello aerogel e sughero

Aerogel™ è un materiale solido e leggero a base di silice, in genere si utilizza con pannelli con fibre rinforzate o pre accoppiato con pannelli di sughero, consigliabili nel caso di isolamento termico interno .

M_fibra_legno Pannelli in fibra di legno

 

 

M_paglia Pareti con balle di paglia

M_intonaco-500 Intonaco argilla

M_pannelli_sottovuoto Pannelli solari sottovuoto per acqua calda sanitaria

M_pannelli_solari Pannelli solari per acqua calda sanitaria

fotovoltaico-integrato

Pannelli solari fotovoltaici

Non riesci  a correggere in nessun modo il ponte termico che che produce la condensa superficiale? Non ti resta che utilizzare questo!

 

 

 

 

 

luca

Interventi per il risparmio energetico – riqualificazione energetica

Riqualificazione energetica 2015

I principali interventi di riqualificazione energetica si dividono in 2 fondamentali categorie: quelli per rendere più performante l’involucro edilizio e quelli per migliorare l’efficienza degli impianti.

In linea di principio è importante isolare bene l’involucro edilizio (pareti, coperture, solai e finestre) , anche al fine di ridurre le differenze di temperatura superficiale, causa di riduzione di comfort , e poi produrre in modo efficiente la residua porzione di energia termica necessaria.

Nelle valutazioni economiche costi / benefici, è molto importante individuare  l’intervallo temporale di riferimento per stabilire il tempo di ritorno dell’investimento in efficienza energetica, a seconda dell’intervallo temporale scelto (5, 10, 15, 20 o 25 anni) potranno essere ammortizzati diversi tipi d’intervento;

Interventi sul sistema di produzione, distribuzione e regolazione del calore:

Viene sostituita la vecchia caldaia con una più efficiente. Ve ne sono di diverso tipo: a condensazione, oppure  a pompa di calore, o caldaia ibrida (gas pompa di calore)  o sistemi misti a biomassa, per citare i sistemi più diffusi;

caldaia a condesazione

riqualificazione energetica 2015 – caldaia a condensazione

 

A questi interventi si accompagna un miglioramento della termoregolazione (con cronotermostati ambiente e valvole termostatiche).

CRONOTERMOSTATO-DIGITALE-VIMAR-01911-extra-big-18-105

Completa l’intervento l’isolamento delle tubazioni di trasporto dell’acqua calda.

Nella maggior parte dei casi risulta opportuno accompagnare questi interventi con l’installazione di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria (del tipo tradizionale o sottovuoto), e/o di pannelli solari fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.

M_pannelli_solari

riqualificazione energetica 2015 – pannelli solari

M_pannelli_sottovuoto

riqualificazione energetica 2015 pannelli solari termici sottovuoto

 

Nella valutazione dell’installazione dei pannelli fotovoltaici, è opportuno ricordare che al momento non è possibile accumulare l’energia elettrica, per cui la condizione più conveniente è quella del consumo sul posto nel momento di massima produzione, tipicamente d’estate.

 

La scelta del sistema di emissione (in sostituzione dei tradizionali radiatori) deve tenere conto di una serie di fattori, in linea di principio, ove realizzabile , il sistema in grado di garantire il miglior confort è il sistema radiante, che può essere installato a pavimento, parete o a soffitto.

impianto radiante parete pavimento soffitto

Gli interventi per rendere efficiente l’involucro edilizio:

Le priorità degli interventi vengono stabilite sulla base agli elementi meno performanti.

si va dalla sostituzione degli infissi con quelli ad alto isolamento termico (intervento accompagnato da un miglioramento delle prestazioni di isolamento acustico), all’isolamento delle murature perimetrali con termocappotto esterno (per citare il sistema più diffuso) e  la correzione dei ponti termici.

Quando è possibile, è generalmente consigliabile eliminare i cassonetti interni delle tapparelle, ponti termici ed acustici sempre difficilmente correggibili, a meno che non siano installati quelli di ultima generazione, già isolati.;

Gli altri ponti termici tipici sono le banchine delle finestre (correggibili abbastanza facilmente) ,  i terrazzi e gli altri aggetti. Altri ponti termici sono gli elementi strutturali provenienti da locali non riscaldati (ad esempio un pilastri o setti in calcestruzzo a contatto con locali non riscaldati).

La ventilazione meccanica controllata con recupero di calore (VMC) completa l’intervento. Lo scopo di questo sistema è quello di effettuare un costante ricambio dell’aria dai locali, pre riscaldando l’aria in ingresso mediante la sottrazione di calore da quella in uscita.

Questi sistemi, indispensabili nella case ad altissime prestazioni tipo Passive House o CasaClima Oro, ha nel miglioramento della qualità dell’aria indoor, il principale ritorno, anche negli edifici meno performanti dal punto di vista energetico.

luca

Villa bifamiliare in classe A – S5

Progetto per la realizzazione di villa bifamiliare in classe A , Santarcangelo di Romagna, nell’entroterra della Riviera Riminese.

santarcangelo

La villa bifamiliare è stata realizzata nella lottizzazione con accesso privato da via Pascoli

Santarcangelo di Romagna Lottizzazione accesso privato, Appartamento in villa quadrifamiliare

Posizione della villa nell’ambito della lottizzazione

Villa bifamiliare in classe A - Santarcangelo di Romagna

 

L’edificio si sviluppa su due piani fuori terra , piano terra e sotto tetto, con interrato ad uso autorimessa accessibile da rampa comune.

Le sistemazioni a terra sono risolte con ampio giardino a sud e lastricato solare a nord, gli accessi carrabili ai garage del piano terra sono autonomi.

Villa bifamiliare in classe A Santarcangelo di Romagna

Il prospetto principale della Villa bifamiliare in classe A , quello con le aperture più grandi è orientato a sud per massimizzare gli apporti solari gratuiti invernali, e facilmente controllare gli apporti termici estivi.

Gli appartamenti sono dotati di pannelli solari termici e fotovoltaici (3Kw), con di generatore di calore autonomo ad alta efficienza, di ultima generazione, come richiesto dalla vigente recente normativa in materia.

E’ prevista la possibilità di aumentare la dotazione di pannelli fotovoltaici fino ai 3kWp.

Le pareti sono realizzate in muratura pesante, con sistema d’isolamento termico a cappotto. Gli appartamenti sono isolati termicamente dal piano interrato , il sistema di emissione del riscaldamento è radiante a pavimento. Sono corretti i ponti termici degli aggetti e le banchine sono isolate termicamente. La copertura è pesante con isolamento esterno.

Villa bifamiliare in classe A : L’insieme di queste scelta consentono un ottimo comfort sia invernale che estivo e bassi costi energetici di esercizio.

[gdl_gallery title=”villa-bifamiliare-in-classe” width=”140″ height=”140″ ]

Alcune immagini dell’edificio in corso di costruzione:

[gdl_gallery title=”cantiere-villa-bifamiliare-in-classe-a” width=”140″ height=”140″ ]

Link al modello 3d

Vedi progetto su archilovers

luca

Edificio quadri familiare in classe energetica A – S1c

Edificio quadri familiare in classe A : Progetto per la realizzazione di edificio quadrifamiliare in classe “A” a Santarcangelo di Romagna (RN).

L’edificio è collocato in una lottizzazione, della quale sono già stati realizzati 3 edifici, con accesso privato  da via Pascoli.

Santarcangelo di Romagna Lottizzazione accesso privato, Appartamento in villa quadrifamiliare

Individuazione della Lottizzazione rispetto al centro città.

Santarcangelo di Romagna Lottizzazione accesso privato, Appartamento in villa quadrifamiliare

Individuazione dell’edificio nella lottizzazione.

 

L’edificio si trova a ridosso dell’area a parco, quindi beneficia di una buona privacy.

[gdl_gallery title=”4-appartamenti-villa-classe” width=”140″ height=”140″ ]

L’edificio per 4 appartamenti in villa classe A, si sviluppa su 2 piani fuori terra ed uno interrato per i garage. I due appartamenti posti al piano terra, hanno accesso indipendente e garage al piano, con accesso dal retro, agli appartamenti del piano primo sono assegnati i garage al piano interrato, raggiungibili attraverso la scala interna.

I due appartamenti posti al piano primo hanno una porzione a copertura piana ed una a due falde. La finitura interna del tetto è in legno a vista.

Tutti gli appartamenti sono dotati di pannelli solari termici e fotovoltaici, con sistema di riscaldamento autonomo. Grazie all’ampia copertura piana, è prevista la possibilità di aumentare la dotazione di pannelli fotovoltaici.

Le pareti sono realizzate in muratura pesante, con sistema d’isolamento termico a cappotto. Gli appartamenti al piano terra sono isolati termicamente da piano interrato , il sistema di riscaldamento è radiante a pavimento. Sono corretti i ponti termici degli aggetti e le banchine sono isolate termicamente. La copertura è pesante con isolamento in XPS.

L’insieme di queste scelta consentono un buon comfort sia invernale che estivo, e bassi costi energetici ai 4 appartamenti in villa classe A.

[gdl_gallery title=”villa-quadrifamiliare-in-classe-a-ultimazione-delle-opere” width=”140″ height=”140″ ]

Aggiornamento agosto 2015: L’edificio è stato ultimato.

Tutti i quattro appartamenti sono stati venduti, il prossimo edificio in costruzione nella lottizzazione è la villa bifamiliare in classe energetica “A”.

Link al relativo articolo.

 

 

luca

Links

architetto esperto casaclima,  passive house designer

 

architetto esperto casaclima, passive house designer Rimini

Iscritto all’Ordine degli Architetti della provincia di Rimini, membro di commissione.

 

PHI ITALIA

Progettista accreditato Passive House Italia

 

795px-Logo_CasaClima

Consulente energetico CasaClima

 

LAPISLOGO2 Partner Lapis Architects

 

logo Socio e consulente di Banca Popolare Etica

imgres Socio e consigliere del Gruppo di Acquisto Solidale Rigas Rimini

 

CAi-150 Iscritto Club Alpino Italiano

 

 

luca